OLI ESSENZIALI

Gli oli essenziali

Niente è in grado di farmi sentire serena e connessa come il profumo della Natura. Ecco perché amo gli oli essenziali. Da quando poi ho iniziato ad utilizzarli nella mia vita quotidiana, e ne ho sperimentato in prima persona gli immensi benefici sulla salute, sul benessere e sulla bellezza della mia pelle, ho deciso di fare, della divulgazione di questi doni preziosi della Natura, una vera e propria missione. Gli oli essenziali sono tutt’attorno a noi. Essi sono infatti contenuti nei prodotti di uso quotidiano come profumi e shampoo, insaporiscono caramelle e dentifrici. Sono racchiusi nelle bucce di limone, negli aghi di pino e nei petali delle rose.

oli essenziali natura essenza

oli essenziali: cosa sono

 

oli essenziali composti aromatici puri concentrati

OLI ESSENZIALI

Complessi aromatici puri e concentrati

Gli oli essenziali sono l'”essenza” di una pianta. Si tratta infatti di complessi aromatici volatili estratti da frutti, fiori, foglie, semi, corteccia, resina e anche legni, ma non tutte le piante producono olio essenziale.  Tra le infinite varietà di specie sulla Terra, meno del 5% sono conosciute per la loro capacità di produrre olio essenziale. Inoltre, le caratteristiche di un olio dipendono da moltissimi fattori, fra cui il metodo di estrazione, che può fare veramente una grande differenza in termini di qualità e purezza.

OLI ESSENZIALI

Sistema immunitario delle piante

Rappresentano il sistema immunitario delle piante. Gli oli essenziali vengono prodotti infatti a scopo difensivo (contro infezioni e predatori come insetti ed altri animali), di guarigione, e di crescita e persino come mezzo di comunicazione tra piante.

sistema immunitario piante oli essenziali
bellezza benessere oli essenziali alleati

OLI ESSENZIALI

Alleati di bellezza e di benessere

Laddove siano stati testati e certificati per la loro purezza, essi rappresentano degli alleati naturali insostituibili per la nostra salute e la nostra bellezza. Tre sono le modalità di impiego degli oli essenziali: in diffusione o per inalazione diretta, ad uso topico (puri o miscelati nelle proprie creme o diluiti in oli vettore) e ad uso interno come veri e propri integratori a supporto del nostro sistema immunitario oppure come preziosi ingredienti per le nostre ricette di cucina.

Gli oli essenziali non sono tutti uguali

Si tratta indubbiamente del prodotto più pregiato del mondo vegetale e, proprio per il loro valore, spesso, purtroppo, vengono immessi sul mercato prodotti diluiti, riprodotti sinteticamente o, nel peggiore dei casi, edulcorati.

oli essenziali: cosa non sono

Profumi

I profumi sono miscele a base di alcool e sostanze odorose naturali o anche preparate artificialmente. Quando le sostanze impiegate sono di origine naturale, si tratta di “porzioni” di olio essenziale isolate durante il processo di distillazione. È affascinante come, a seconda del momento in cui queste frazioni di complessi aromatici vengono rimosse, si può dar vita a profumi di livello più o meno alto.

Fragranze o Aromi

Fragranze e aromi sono ottenuti in laboratorio dalla sintesi di sostanze chimiche artificiali o di derivazione naturale.  Per semplificare, è una fragranza (di origine sicuramente sintetica) il profumo di cocco nello shampoo, così come tutte le profumazioni dei prodotti cosmetici in cui appare la dicitura “parfum“, mentre è un aroma (naturale oppure sintetico) il profumo di cocco dei biscotti.

fragranze

Acque floreali

Le acque floreali o idrolati come l’acqua di rose e di fiori d’arancio, sono ciò che resta del processo di distillazione degli oli essenziali.  Sono quindi prodotti a base di acqua contenenti piccoli quantitativi di complessi aromatici.  Per farsi un’idea, un litro di idrolato contiene tra lo 0,05 e lo 0,2 ml di olio essenziale.  Spesso per ragioni di conservazione e di solubilità le acque floreali vengono addizionate con piccole percentuali di alcool etilico, ma attenzione: in commercio esistono anche “acque floreali” che nascondono in realtà complessi aromatici sintetici, costruiti in laboratorio.

Metodi di utilizzo

Laddove gli oli siano stati ampiamente testati e certificati per la loro purezza, è possibile utilizzarli efficacemente persino ad uso interno.

diffusione uso

Diffusione

Questo è sicuramente il metodo più conosciuto ed utilizzato. Si mettono poche gocce dell'olio essenziale preferito in un diffusore ad ultrasuoni e si diffonde nell'ambiente.

inalazione uso

Inalazione

È anche possibile respirare l'olio essenziale direttamente dalla sua bottiglietta oppure sfregarne poche gocce nel palmo delle mani e inalare.

topico uso

Topico puro

Salvo alcune eccezioni, possono essere utilizzati puri a contatto con la pelle. Come per tutte le cose, possono verificarsi casi di sensibilità individuale, ma, in generale, gli oli essenziali, purché puri al 100%, sono ben tollerati e risultano di grande beneficio per la pelle.

goccia oli essenziali CPTG DoTerra

Topico diluito

Uniti ad un olio vettore, come, ad esempio, l'olio frazionato di cocco, oppure alla propria crema viso abituale, gli oli essenziali vengono assorbiti dalla pelle in modo ancora più efficace.

uso interno

Interno

Gli oli essenziali, quando certificati a tale scopo, possono essere utilizzati internamente e rappresentano dei preziosi alleati per la prevenzione e il trattamento di svariati malesseri.

benefici modalità azione

Come agiscono

In aromaterapia, gli oli essenziali agiscono sul sistema nervoso centrale, entrando in contatto, attraverso il senso dell'olfatto, con la parte più antica del cervello, il sistema limbico. Con l'uso topico gli oli entrano direttamente nel circolo sanguigno.

the face yoga connection logo

Qui ed ora

Devo liberarmi del tempo e vivere il presente giacché non esiste altro tempo che questo meraviglioso istante

-Alda Merini

Connettiti

Como – Italia

(+39) 338 2433118

© 2020/2021 Thefaceyogaconnection

– All rights reserved.